in giro…

 

2018-07-21 11.25.28.jpg

2018-07-21 11.26.03

2018-07-21 12.26.43.jpg

Continua a leggere

Annunci

1968…

 

Cattura11

e che ne so io di quello che sta succedendo nel mondo? -ho altri problemi per la testa in questo momento- non ne so nulla. siamo in un grande cortile e siamo vestiti tutti uguali; mia madre mi tiene per mano ed io non capisco niente della confusione che mi sta attorno dove una persona continua a gridare dei nomi seguiti da una strana parola: “sezione”, accompagnata da una lettera dell’alfabeto. ne conosco già parecchie e dico parecchie perché altrimenti passo per quello che “parte avvantaggiato”. in realtà le conosco già tutte e quante, ma nella vita non si può mai essere sicuri di niente e mi diranno in seguito che ce ne sono altre cinque: j k w x y. ma ho sei anni e la tivù l’ho vista solo a casa di amici…i giornali non posso leggerli ed è evidente il perché. quindi cosa ne posso sapere io di quello che sta succedendo nel mondo? e se anche lo sapessi, mi interesserebbe? credo di no…mi basta poter vedere “carosello” e qualche films di cauboi.

Continua a leggere

onde silenziose…

la terra respira…a fatica…sotto una lenta pioggia sabbiosa e fine…che sembra venire da giorni autunnali drogati di smog…. le strade sudate riempiono l’aria con essenze di combustibili…gomma e polvere… un’afa polverosa riempie le vie…mescolandosi con i soffi caldi dei condizionatori e col fermentare dei rifiuti…con l’odore di piscio.

Continua a leggere

rebel without claws…

sono sempre stato un ribelle, un ribelle silenzioso e assorto, un ribelle che non si allaccia le scarpe e che non porta orologi. mi sono opposto con la fermezza gentile del silenzio, mi sono opposto stando fuori o stando dentro; sono contrario l’ho già detto… mi difendo come posso dal bombardamento mediatico… ma in fondo mi interessa di più l’universo che il parlamento…

…la musica da ascoltare la decido io…

…questa è la base…

percepisco che il mondo va avanti con dinamiche incomprensibili e quindi mi ribello, mi ribello per quel che posso con la marcia lenta di una “moral suasion” pacifista… preferisco i libri ai films…ma son gusti personali che fanno parte della stessa ribellione che tracima da dentro e che ti fa dire dei NO silenziosi, dei NO che non spaventano nessuno…dei NO che che si perdono nel frastuono mondiale dell’incoerenza…

e questo è quanto…

Continua a leggere

la fabbrica delle nuvole…blog…

cosa mi passava mai per la testa quel 19 agosto del 2015…me ne stavo come ora seduto davanti al pc probabilmente a seguire qualche mia paranoia ultratrentennale…già cosa mai può indurre una persona normale ad apre un blog senza aver pianificato nulla, senza avere un minimo seguito sui social; senza avvertire nessuno… così…mi viene il “ghiribizzo” e detto fatto…ho un blog…lo chiamo senza esitazioni “la fabbrica delle nuvole”…mi sembra bellissimo e mi rappresenta parecchio ma dopo una breve ricerca vedo che c’è un sito che si chiama proprio così…merda secca…anzi molle e puzzolente…quindi mi arrovello…mi lambicco…insomma mi spremo le meningi e tutto quello che mi viene è “anni di cani”.

Continua a leggere

sono tutte balle…

davvero…

politica, sport, economia…tutto…

ci credete? io no anche se poi scelgo di credere a qualcosa, quello che più mi piace o che mi fa comodo…come a voi del resto…

sono tutte balle, anche se poi scegliete di crederci…a quello che vi piace…a quello che vi fa comodo…come a me del resto…

bisognerebbe spegnere tutto, per un pò e anche di più…e rimettersi a leggere un vecchio libro e forse anche due…diciamo che, minimo tre…eh?

Screenshot 2018-07-13 22.52.44.png

e anche le balle di fieno non son più le balle di una volta…rotolano queste…rotolano se le spingi…rotolano…

Continua a leggere

senza punteggiatura

viaggio senza scrittore e senza lettori senza punteggiatura senza fiato con un filo di voce roca immaginato dal lettore che fa suo il testo che interpreta il linguaggio che si porta in giro le parole le smonta e le ricompone in modi inaspettati ricostruendo e destrutturando fermandosi dove vuole ripartendo e fermandosi ancora con la scusa di una storia senza storia oppure sempre la stessa storia visto che tutti sanno tutto e commentano tutto io me ne torno in disparte più o meno all’opposizione all’opposizione anche dell’opposizione al solito posto insomma attraversando la terra di mezzo senza anelli cerco strumenti per capire capire anche senza news giornali telegiornali e mondiali e talk senza internet viaggio in autostrade senza autogrill senza carburante senza caffè ma ci sarà anche un treno da qualche parte che porterà da qualche altra parte forse da nessun’altra parte basta che parta basta che vada basta che abbia un finestrino basta che si possa guardarci fuori basta che sia abbastanza lento basta vada

Continua a leggere

la fortuna… 2

Breve storia della buonanotte…
La fortuna 2
C’era una volta una tipa (diversa da quell’altra storia) che si era svegliata presto al mattino così era riuscita a fare un sacco di cose, aveva parcheggiato l’auto (fortuna) che aveva lasciato in divieto di sosta la sera precedente, poi era andata in banca ma siccome c’era troppa gente (sfiga) non aveva potuto fare quello che doveva perché iniziava il lavoro a breve.
Raggiunse la collega al solito bar e acquistó un gratta e vinci da 1€ , e vinse 1€ , ne prese un altro e vinse 1€ , reinvestí la vincita e vinse ancora 1€ (tripla fortuna) siccome non poteva passare tutta la mattina a grattare iniziò a lavorare.

Continua a leggere