22.06.2003

butti fuori la testa e…l’orecchio destro è la prima cosa che mi si imprime sulle pupille,

il resto è vago e più scuro di come lo aspettavo…

piangi un pochino… ma proprio un pochino…

…è il mondo…

e noi siamo qui insieme…ti aspettavamo..

siamo in tre…ora…e questo è il mondo…

…davvero…

la mamma ti accarezza e ti chiama… ride e un pochino piange…

…io ti canto una canzone…ti tengo in braccio e ti canto una canzone

…tu lo sai quale..

Continua a leggere “22.06.2003”

piccola eresia elettorale…

questo testo è scritto nello stile alquanto telegrafico e schizofrenico in uso nel pianeta Tralfamadore donde vengono i dischi volanti. pace. (K.Vonnegut Jr.)

io unico terrestre dopo Vonnegut a leggere e scrivere in Tralfamadoriano, ho solo tradotto questo testo, pervenutomi in via telepatica stanotte. d’altra parte io non scriverei mai di mio pugno e intelletto queste cose, con cui sono in aperto dissenso!

i Tralfamadoriani hanno inventato questo giochetto:

in MAIUSCOLO i nomi dei candidati al Consiglio Comunale presi a caso e fra tutti i partiti nel pieno rispetto della Par Condicio, per scrivere questa eresia poetica dedicata al Sindaco uscente:

Continua a leggere “piccola eresia elettorale…”

sono candido…non mi candido…

grazie a tutti,

dopo l’ultimo articolo ho ricevuto molti complimenti ed inviti a candidarmi per le prossime elezioni…

con tutto il sostegno che mi avete dimostrato, a questo punto il Comune mi va stretto! dovrei candidarmi alle politiche che ci saranno a mesi…

lo slogan del “movimento non movimento” che creeremo a breve con il mio staff sarà:

…noi perdiamo! ma siamo simpatici…

a
foto con uno dei miei migliori consiglieri…

ps: sono solo un filosofo buono a nulla con ossessione per il paradosso comico che verta a strapazzare la lingua italiana con mille giochi di parole…

e poi i movimenti si muovono troppo per i miei gusti…ed i partiti non torneranno più…

vi basta per rinunciare a votarmi?

la città ideale…

l’11 Giugno andiamo ad eleggere il nuovo sindaco di Verona…

innanzitutto voglio dire che non parlo dei candidati ma di quello che io vorrei che fosse il mio prossimo sindaco… premetto anche che negli ultimi tempi mi sono infilato dappertutto e ho parlato con alcuni di loro, ponendo delle domande e facendo delle richieste; mi sono fermato molte volte a tutti i gazebo che ho trovato di qualsiasi colore essi fossero, e anche a questi candidati ho posto questioni, fatto domande, sondato i loro occhi e sentito le loro strette di mano…

mi sono fatto un’idea? forse si… probabilmente no…

l’unica cosa in comune a quasi tutti? I SOLDI!

ovvero, io mettevo lì delle idee e loro rispondevano con: ma ci vogliono un sacco di soldi!!!

io dico: ma davvero non ci sono i soldi? oppure quelli a disposizione vengono spesi in modo poco critico… diciamo…

per me servono idee e una visione alternativa a quella attuale, tutto qui…

spendere i soldi in maniera diversa, e butto li un altro…”tutto qui”…

Continua a leggere “la città ideale…”

i don’t remember… i no ricord…

ieri sera in quel territorio fertile e un pochino sconosciuto che ci porta dalla veglia al sonno mi è venuta un’idea formidabile da scrivere sul blog…e mentre mi addormentavo pensavo: grande idea…roba buona…ne verrà fuori un grande pezzo!

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………..

la riga sovrastante è l’encefalogramma piatto con cui mi sono svegliato oggi….

ask-question-2-fb180173e13f21ad6ae73ba29b08cd02.jpg

Continua a leggere “i don’t remember… i no ricord…”