la leggenda del lunedì…

Breve storia della buonanotte:

LA LEGGENDA DEL LUNEDÌ

Una tipa doveva fare delle analisi, così pensò che il lunedì potesse essere un buon giorno, si  alzò un’ora prima del solito per prepararsi e per riuscire ad andare al lavoro per tempo.

Pronta con il cappotto intorno e il contenitore in mano (del pìso) si rese conto che le impegnative del medico erano sparite: tutte e tre! Un bel mistero…e cerca cerca cerca passò un’ora…e lei, dopo due tre imprecazioni pensó a tutte le opzioni possibili dal fantasma dispettoso al gatto giocherellone…alla fine dovette ripetutamente ricorrere a Sant’Antonio dalla barba bianca che per sfinimento le fece trovare sopra il divano (ma sotto una maglia) le preziosissime ricette….intanto però era trascorsa un’ora e mentre la glicemia iniziava a scendere la pressione era salita 🤬 esami fatti, ritardo al lavoro se spacca anca el ferro da stiro….🤬🤬🤬🤬🤬

Continua a leggere

Annunci

niente di nuovo….

anni di cani

..una sigaretta…

..le nuvole fanno capriole sfumate, mentre sento l’erba che cresce scrollandosi di dosso rugiada e sabbia del deserto. ..e ancora: in lontananza balugina la folgore seguita da brontolii ovattati portati dal vento….e certo, sono ancora qui, dopo tanti anni…su e giù da un marciapiede a pensare parole nuove per descrivere cose vecchie, …………..sempre le stesse peraltro…….

View original post 56 altre parole

lunedi di merda…

Breve storia della buonanotte

Lunedì di merda

C’era una volta una tipa che aveva due lavori.

Quando era di riposo lavorava comunque, le piaceva molto era, diciamo così, un suo hobby. Voleva diventare ricca ma era troppo vecchia per essere z****** quindi non le restava che buttarsi appunto sul lavoro.

Quel giorno, un tiepido lunedì di primavera, era di riposo e dopo aver pranzato alle 15:00 perché aveva lavorato fino alle 14:30 decise che era buona cosa trascorrere del tempo all’aria aperta, prese i suoi colori, il cavalletto e andò in un parco lì vicino.

Continua a leggere

rimandati a settembre…

 

problema 1 (solo per padri di famiglia)

sergio, il padre di matteo e luigi guadagna 2000 euro al mese.

se spende 750 euro per pagare il mutuo della casa e 600 euro per alimentari e vestiario, e 300 euro per i trasporti, quanti soldi gli rimangono ogni mese per poter soddisfare la richiesta dei 2 figli di andare in vacanza alle Maldive, tenendo presente che deve pagare anche 280 euro per la rata dell’auto e 120 per un prestito ricevuto dalla banca?

problema 2 (solo per figli di padri di famiglia)

un viaggio alle Maldive di 1 settimana per una famiglia di 4 persone costa circa 7500 euro.

tenendo presente che la famiglia di matteo e luigi spende 50 euro al mese in più di quel che guadagna, quante serate di lavoro in pizzeria come camerieri dovrebbero fare i due ragazzi, per pagarsi il viaggio, tenendo presente che i camerieri prendono 40 euro a servizio e che comunque strada facendo spenderanno a testa 5 euro al giorno per le sigarette, 5 euro per caffè e birra, e 10 euro al mese per il telefono…

problema 3 (insiemistica per tutti)

in una compagnia teatrale hanno almeno cantato ballato e recitato.

12 di essi hanno ballato , 8 cantato e 16 recitato.

Inoltre, 5 hanno cantato e ballato , 3 cantato e recitato , 8 ballato e recitato.

Sapendo che matteo e luigi hanno cantato ballato e recitato , trovare il numero di componenti della compagnia teatrale sapendo che sicuramente giorgia chiederà di entrare all’ultimo momento…

problema 4  (filosofia matematica)

cosa potrebbero fare matteo luigi e giorgia per andare alle maldive pur risparmiandosi un’estate di lavoro?

 

 

 

 

 

 

un regalo…

quando sono in viaggio mi aspetto sempre un regalo…

il regalo è un racconto, un qualcosa che riempie una pagina bianca, ma anche un’immagine dal finestrino, un qualcosa insomma che mi permetta di codificare la vita. almeno un po…

all’arrivo mi attende un tavolo di riunione, una discussione seria con gente seria; milioni di euro in ballo e decisioni che in realtà oramai saranno obbligate…

date, progetti e computi metrici. date. date. date.

cosa manca? chi fa che cosa? chi è in ritardo? qualcun’altro…sempre gli altri…

infatti, mi stupisco sempre anche dopo tanti anni di come tutti conoscano perfettamente

le competenze altrui, ma abbiano delle ampissime zone grigie sulle proprie…

vabbè…mi dico, questo è lavoro; e sempre meglio che asfaltare strade!

se ci penso, io me ne sto qui seduto in treno a scrivere queste cose e poi in riunione se mi metteranno in difficoltà potrò sempre dire: devo vedere in ditta…devo parlare con caio…verifico se sempronio ha fatto quel che deve…ecc… domani riassumo tutto con email…

Continua a leggere

bozza 2 “encelado”…

me ne sto seduto qui, tic…tic..tic…sui tasti…tic..

pensando a Encelado e alle sue eruzioni di ghiaccio, e sorrido…eh certo che sorrido…neanche gli scrittori di fantascienza…

eruzioni che alimentano uno degli anelli di Saturno, pensa un po te…

Encelado è un satellite naturale di Saturno, scoperto il 28 agosto 1789 da William Herschel. È il sesto satellite naturale di Saturno in ordine di grandezza.
Fino al passaggio delle due sonde Voyager, all’inizio degli anni 1980, le caratteristiche di questo corpo celeste erano poco conosciute, a parte l’identificazione di ghiaccio d’acqua sulla superficie. Le sonde hanno mostrato che questo satellite ha un diametro di soli 500 km e riflette quasi il 100% della luce solare. La Voyager 1 ha permesso di scoprire che Encelado orbita nella regione più densa dell’anello E di Saturno mentre Voyager 2 ha rivelato che nonostante le sue piccole dimensioni il satellite presenta regioni che variano da superfici antiche con molti crateri da impatto a zone recenti datate circa 100 milioni di anni.
Nel 2005, grazie a diversi voli ravvicinati della sonda Cassini, sono stati rivelati dettagli della superficie che hanno risposto a molte delle domande aperte dalle sonde Voyager e ne hanno poste di nuove. In particolare la sonda ha scoperto un pennacchio ricco d’acqua che si erge nella regione polare sud. Questa scoperta, assieme alla presenza di fuoriuscite di calore interno e di pochi crateri da impatto nel polo sud, indica che Encelado è attualmente geologicamente attivo. Le lune nei sistemi dei giganti gassosi sono spesso intrappolate in risonanze orbitali che comportano delle librazioni forzate o a eccentricità orbitali; la vicinanza con il pianeta madre può indurre inoltre il riscaldamento del satellite generato dalle forze mareali.
Encelado è uno dei tre corpi celesti del sistema solare esterno (assieme alla luna Io di Giove e la luna Tritone di Nettuno) dove sono state osservate delle eruzioni attive. Le analisi dei gas emessi suggeriscono che siano stati generati da acqua liquida situata sotto la superficie. Assieme alle analisi chimiche del pennacchio, queste scoperte hanno alimentato le ipotesi che Encelado sia un importante soggetto di studio nel campo dell’esobiologia. Inoltre è stato suggerito che Encelado sia la fonte dei materiali dell’anello E. (wikipedia)

 

 

ma è certo che se dovessi scrivere una serie televisiva la ambienterei proprio su questa luna di Saturno: così spendente, così bella e così ostile… inizio tipo così:

Continua a leggere

la vecia con l’ombrela…

Breve storia della buonanotte
LA VECIA CON L’OMBRELA
C’era una volta una signora di mezza età che doveva andare a un corso e siccome pioveva decise di recarcisi in auto. Si preparò di tutto punto prese la sua borsa, salutò il gatto e scese le scale velocemente perché era leggermente in ritardo.
Davanti al portone la nebbia, il vuoto, il baratro 😱 e pure una scalmana en passant….aprire il portone era facile ma una volta uscita doveva girare a destra o a sinistra? Dov’era parcheggiata la sua preziosissima compagna di mille avventure? La sua prestigiosa auto da uomo, così la definivano talune persone (in particolare quelle che non sapevano parcheggiare)…lei aveva risolto il problema smussando gli angoli perché le piacevano le curve…e anche perché se riteneva che la sua macchina ci poteva stare in quello spazio ce la faceva stare.

Continua a leggere