i migliori dischi 2017…finora…

eccoci, anche se un pochino in ritardo alla classifica a metà anno…

non mi dilungo che lo so che non vi piace molto leggere…

ora mancano all’appello alcune uscite che credo impatteranno sulla classifica di fine anno, tipo:

gli Arcade Fire escono il 28/07

i Queens of the Stone Age escono il 28/08

Benjamin Clementine esce il 15/09

ho sentito che deve uscire anche Beck, ma non ho certezze…

poi ce ne saranno altri che non so…, appuntamento a fine anno…

…va be dai, ad ascoltare come siete messi?

eccoli qui messi in fila…così…per ora…

Continua a leggere “i migliori dischi 2017…finora…”

come si mettono le supposte?

qualcuno mi aiuti e mi spieghi….

…lo ammetto: vengo da una famiglia di ignoranti! …e io stesso sono ignorante…

…cazzo, è possibile scoprire a 55 anni che le supposte vanno inserite dal lato tronco, cioè con la punta in basso?

io ho sempre favorito il contesto aerodinamico “a missile”… che figura!

e non sto affatto scherzando perché è nata e si sta affermando una nuova scuola di pensiero che sostiene che le supposte vadano infilate per la parte tronca, e questo perché la parte a punta venga spinta verso l’altro dal richiudersi dei tessuti delle pareti anali…

supposta3

in effetti ci sta…, si…potrebbe essere….

Continua a leggere “come si mettono le supposte?”

ognuno è libero di ascoltare tutta la musica di merda che vuole…, anch’io!

sono solito dire: ognuno è libero di ascoltare tutta la musica di merda che vuole…, anch’io!

infatti, come nel tifo per una squadra di calcio; anche i gusti musicali hanno un ché di irrazionale (forse), magari indotto dalla pigrizia di non voler cercare… forse perché alla fine si reputa che ci siano cose più importanti, magari ignorando che i grossi network radiofonici sono di proprietà di editori musicali, e che dunque passano in radio canzoni su cui guadagnano i diritti… vabbè dai… discorso lungo e non ho voglia di farlo…

Continua a leggere “ognuno è libero di ascoltare tutta la musica di merda che vuole…, anch’io!”

mestosnob (without strings)

…il mare…il vento…i colori…e noi qui…con tutti.. per niente diversi…ascoltando musica popolare…troppo popolare e …bimbi…troppi bimbi e cani pochi…le onde poi… si infrangono e scivolano su corpi pallidi troppo pieni di creme solari… …occhiali…asciugamani… braccialetti…cappelli di paglia…e il tormentone dell’estate… giovani madri rincorrono bimbi nudi…mostrando il loro nuovo perizoma… rincorrono… mostrando l’ultimo tatuaggio…avanti…indietro…si chinano…prendono i bimbi e sfilano… rincorrono ancora…, e giovani padri inseguono bimbi… mostrando bicipiti con orridi tatuaggi… e noi foto e foto ancora,

Continua a leggere “mestosnob (without strings)”

22.06.2003

butti fuori la testa e…l’orecchio destro è la prima cosa che mi si imprime sulle pupille,

il resto è vago e più scuro di come lo aspettavo…

piangi un pochino… ma proprio un pochino…

…è il mondo…

e noi siamo qui insieme…ti aspettavamo..

siamo in tre…ora…e questo è il mondo…

…davvero…

la mamma ti accarezza e ti chiama… ride e un pochino piange…

…io ti canto una canzone…ti tengo in braccio e ti canto una canzone

…tu lo sai quale..

Continua a leggere “22.06.2003”

piccola eresia elettorale…

questo testo è scritto nello stile alquanto telegrafico e schizofrenico in uso nel pianeta Tralfamadore donde vengono i dischi volanti. pace. (K.Vonnegut Jr.)

io unico terrestre dopo Vonnegut a leggere e scrivere in Tralfamadoriano, ho solo tradotto questo testo, pervenutomi in via telepatica stanotte. d’altra parte io non scriverei mai di mio pugno e intelletto queste cose, con cui sono in aperto dissenso!

i Tralfamadoriani hanno inventato questo giochetto:

in MAIUSCOLO i nomi dei candidati al Consiglio Comunale presi a caso e fra tutti i partiti nel pieno rispetto della Par Condicio, per scrivere questa eresia poetica dedicata al Sindaco uscente:

Continua a leggere “piccola eresia elettorale…”

sono candido…non mi candido…

grazie a tutti,

dopo l’ultimo articolo ho ricevuto molti complimenti ed inviti a candidarmi per le prossime elezioni…

con tutto il sostegno che mi avete dimostrato, a questo punto il Comune mi va stretto! dovrei candidarmi alle politiche che ci saranno a mesi…

lo slogan del “movimento non movimento” che creeremo a breve con il mio staff sarà:

…noi perdiamo! ma siamo simpatici…

a
foto con uno dei miei migliori consiglieri…

ps: sono solo un filosofo buono a nulla con ossessione per il paradosso comico che verta a strapazzare la lingua italiana con mille giochi di parole…

e poi i movimenti si muovono troppo per i miei gusti…ed i partiti non torneranno più…

vi basta per rinunciare a votarmi?