partigiano…

“papà, come hai fatto sul finire della guerra a capire da che parte stare?”

è comparso all’improvviso in paese e cammina veloce verso la piazza con le mani infilate nelle tasche e il bavero a coprire la barba incolta. tutti lo vedono ora, ma nessuno ha capito da dove viene e come sia comparso così all’improvviso.

si ferma davanti ai tre ragazzi che hanno smesso di chiacchierare vedendolo arrivare:

“tu biondo,” dice frettolosamente “domattina parti presto, tuo padre è già avvertito”

è ancora buio e il biondo percorre la via del paese verso il sentiero che porta in montagna. la porta di una delle ultime case si apre all’improvviso e qualcuno lo tira dentro; per un attimo avverte un senso di paura. è solo un attimo, poi riconosce le persone riunite attorno al tavolo dove hanno appoggiato un grosso zaino pieno di viveri sembra.

“tu non hai visto niente!” dice in fretta il più anziano.

Continua a leggere “partigiano…”

Annunci

niente di nuovo….

..una sigaretta…

..le nuvole fanno capriole sfumate, mentre sento l’erba che cresce scrollandosi di dosso rugiada e sabbia del deserto. ..e ancora: in lontananza balugina la folgore seguita da brontolii ovattati portati dal vento. ..e certo, sono ancora qui, dopo tanti anni…su e giù da un marciapiede a pensare parole nuove per descrivere cose vecchie, …………..sempre le stesse peraltro…….

Continua a leggere “niente di nuovo….”

di cosa stiamo parlando?

di cosa stiamo parlando?

di tutta questa debordante iper informazione per un caso dove tutti hanno torto…

di cosa stiamo parlando?

degli sgomberi a roma, ecco di cosa si parla…

tutti avvinghiati alla loro piccola parte di ragione e a rimarcare il torto degli altri…

non è un caso quindi che “l’informazione” ci sguazzi…:

tipico caso in cui tutti hanno torto, quindi tutti hanno ragione…

onde per cui tutti per la loro parte da difendere, hanno torti e ragioni da rivendicare…

che bello…che bello… tutti vittime e carnefici…si si…

Continua a leggere “di cosa stiamo parlando?”

lo Stelvio e il Tibet…

son qua…, a descrivere…raccontare…rivivere, un’altra delle mie imprese sportive:

…fare lo stelvio in bicicletta…

la sfida parte da lontano, 3-4 mesi prima forse…organizzo io… si va sullo stelvio in bicicletta…

convinco Roberto “Cama” Camarella e Paolo “Giuly” Pesenti…due valenti ciclisti e “mussi” a tutto tondo a livello sportivo…

i colleghi dell’ufficio Disegni: Roberto Giancarlo e Danilo …e poi si aggrega anche Massimino “Softwerista Caratteriale”…. in cerca di sfide.

c’è anche un amico di Giancarlo che oltre a portare i ciclisti farà anche da macchina di appoggio…

per me la sfida è questa: ognuno si allena come vuole: correndo…facendo palestra…andando in bicicletta (scelta consigliata)…o leggendo libri di filosofia (scelta altamente sconsigliata)…

io opto per l’ultima…leggo libri e faccio 3 o 4 uscite in bici nelle campagne circostanti casa…,

il totale chilometri di allenamento nei 3 mesi precedenti ammonta a  214 (!?!) di cui 6,8 di salita… libri letti 6, tra i quali: “a scuola dallo stregone”, “il terzo occhio” e “fondamenti del buddismo tibetano”. punto

e viene il 3 luglio 1993… sabato

mi alzo alle 4 di mattina e metto su la pasta: 2 etti di spaghettoni numero 7 con olio extravergine e grana come se piovesse… e sono già le 5 e arriva il Cama con il furgone…

sono pronto con la mitica calzamaglia da fondo tipo Rudolf nel lago dei cigni, già utilizzata nelle epiche e indimenticate imprese sugli sci…

mentre la bici è una chesini “capriolo”… ruote grasse, troppo grasse…con peso e massa vicini ai valori di Giove o Saturno…

la bici è di marco, e lui me la presta volentieri… si l’amico marco e la sua bici che non ha mai lasciato il garage…o meglio: negozio chesini – quinto di valpantena- e poi garage.   …la mountain bike come si usava dire all’epoca…

prima di Prato allo Selvio ci fermiamo ad un chiosco di frutta e mi prendo due banane…

una subito e una per dopo…e….due subito che è solo peso da portarsi dietro…

Prato allo Stelvio si parcheggia e si preparano le bici… poi in pasticceria a “farsi” di Sacher… da veri professionisti (io ho preso solo un caffè)

si parteeeeeee…   …

Continua a leggere “lo Stelvio e il Tibet…”

piccoli e grandi…

dopo lo sfogo “intellettualfilosoficodipancia” : che sia solo il caldo?

ho ricevuto tramite amici comuni, il  contributo dell’amico Angelo che pubblico volentieri senza aggiungere o togliere neanche un punto o una virgola…

… la tua analisi e’ pienamente condivisibile. Aggiungo che, secondo me,
non e’ solo la civilta’ occidentale , ma tutta l’umanita’ che e’ destinata
ad estinguersi se persisteranno questa aberranti condizioni di vita. Alla
base comunque di tutto quello che sta accadendo e che tu indichi come …non
interessata a vivere..ma solo al benessere economico..a mio parere c’e’
un solo principale motivo. Questo motivo io lo individuo nel passaggio da
un economia mista basata sul modello keynesiano, ad un economia
neoliberista che amplifica le disuguaglianze economiche. Cio’ , assieme ad
un progresso tecnologico in continua evoluzione e, alla mancanza totale
dell’investimento statale per favorire la piena occupazione, ha permesso
di aumentare la forbice della disuguglianza sociale. Sono i grandi
finanzieri che comandano.; sono loro a cui interessa il totale benessere
economico.

Continua a leggere “piccoli e grandi…”

do de agosto…

roberto e fabio mi consigliano di scrivere quello che ho esposto stamane in ufficio:

oggi è….il 2 Agosto, giorno associato in alcune parti del Nord Italia alla Festa degli Uomini…

in realtà ho citato cose che avevo sentito o letto e poi rivelatesi vere (forse…)…

quindi a casa ricerca sul web e scopro che ci sono almeno 10 blog che ne parlano e cosa incredibile, i testi sono tutti uguali…, la sagra del copia e incolla….

quindi che faccio?

copio e incollo anche io, ma non me ne attribuisco la paternità…

almeno questo…

quindi…ho solo estratto parti di alcuni blog che copiavano altri blog che copiavano da siti, scoprendo poi che il nostro Dino Coltro ne aveva parlato nei suoi libri…

comunque se lo contendono veneti, friulani e lombardi…e torinesi…

Continua a leggere “do de agosto…”